Strani gli occhi

Scritto da Frieda Farnetti | 6 dicembre 2019 | Categoria: Fantasmi

indexEra una mattina come le altre: mi ero svegliato, avevo fatto colazione, mi ero vestito ed ero andato a scuola, quando accadde qualcosa.
Stavamo facendo un noiosissimo tema di italiano, quando un mio compagno di scuola si mise ad urlare a squarciagola.
La prof. prese il suo tema e gli mise quattro, perché non si urlava così durante i temi, però ne ero certo: la normalità non esisteva più. Quando stavo uscendo da scuola, avevo ancora quel pensiero in testa e una forza mi spinse per terra.
Io mi alzai, mentre tutti ridevano, e li vidi: erano due occhi volanti!
Nessuno li vedeva, infatti tutti tornarono a casa come se non ci fosse nulla di strano, e  in quel momento capii che quell’entità appariva davanti agli occhi di chi voleva, ma chissà cosa pretendeva da me! Io feci finta di nulla, infatti tornai a casa, pranzai e feci i compiti.
Dopo aver li finiti, guardai un film, ma nel primo momento in cui venne mostrata la faccia del personaggio, i suoi occhi fuoriuscirono dallo schermo della TV. In quel momento urlai molto di più che a squarciagola e mia madre venne da me, mi tolse il dvd dal lettore e mi disse che i film horror non facevano per me.
Quando mia madre tornò in camera sua, gli occhi iniziarono a comunicare con me: dovevo toccarli. Io non lo volevo fare, ma – non so perché – alla fine lo fine lo feci e provai una sensazione di disgusto totale. Così lui sparì e non lo vidi più.
Da quel momento, giuro di sentire ogni notte dei passi e una voce da fantasma dire “grazie”.
Ora ho sessantasei anni e ancora lo sento!

Vuoi lasciare un messaggio? → 67 letture

Scrivi il tuo messaggio