Categoria: Storia e geografia

Geografia: il viaggio come strumento di conoscenza

Pubblicato il 1 maggio 2011

Comunemente la Geografia viene vista come un insieme di nozioni sterili ed inutili, che solitamente a scuola gli alunni e le alunne sono costretti ad apprendere, senza poterne apprezzare la validità concreta. In tal senso il tema del viaggio offre una opportunità sostanziosa per approfondire le conoscenze e gradirne l’utilità.

Gli alunni e le alunne delle classi 1A, 1D, 1B e 2A della scuola secondaria di 1° di Pagnacco, nell’ambito dello studio della geografia, hanno approfondito il tema del viaggio, come possibilità di nuova conoscenza e di istaurare nuovi rapporti, nonché apertura dei propri orizzonti sull’Italia e sull’Europa.

L’essere umano vive relazionandosi con gli altri, e perciò deve impararne i linguaggi ma vive anche nel tempo per cui deve afferrarne la storia; ciò nondimeno vive in un determinato ambiente per cui deve conoscerlo. Ciò che veramente è importante è la maturazione di atteggiamenti positivi nei confronti dell’ambiente geografico e questo può essere fatto mediante la stimolazione della curiosità nei confronti del paesaggio geografico che deve costituire l’oggetto del desiderio di conoscere, comprendere ed apprendere sull’ambiente. E perché non fare tutto ciò grazie alla simulazione di un viaggio diretto verso posti che non si conoscono ma che si vorrebbero visitare?

Il tipo di turismo che gli alunni e alunne vanno a sperimentare però è un turismo responsabile e sostenibile il cui sviluppo deve andare incontro ai bisogni dei turisti, delle aree ospitanti e proteggere e migliorare le opportunità per il futuro.

Le classi 1A e 1D hanno simulato d’essere agenti di viaggio, che devono analizzare e rispondere alla richiesta ricevuta da parte di un tour operator australiano di organizzare un viaggio per un gruppo di ragazzi australiani in alcune regioni italiane. Il pacchetto-vacanza doveva prevede una visita nella regione scelta della durata di 10 giorni che promuovesse un turismo responsabile e sostenibile. Le regioni scelte sono le medesime ma ogni gruppo ha selezionato monumenti e bellezze dell’ambiente differenti e ha proposto la visita con tagli diversi: alcuni hanno suggerito anche attività ricreative, altri solo visite in ambito culturale.

La classe 1B ha organizzato un tour nelle più belle capitali delle macroregioni europee mentre la 2A ha pianificato alcuni viaggi lungo i più importanti fiumi europei alla scoperta delle più interessanti città bagnate dalle loro acque.

Prof. ssa Antonella Marinai

Ecco i link:

Emilia_1A

Puglia_1A

Sicilia_1A

Toscana_1A

Emilia_1D

Puglia_1D

Sicilia_1D

Toscana_1D

 

 

 

 


Vuoi lasciare un messaggio? → 3.402 letture

Scrivi il tuo messaggio