Categoria: Arte e immagine, Italiano, scuola secondaria 1°

Memorie, emozioni e riflessioni

Pubblicato il 7 maggio 2014

Noi ragazzi di 3B abbiamo deciso di ricordare tutte le persone che sono state uccise nei campi di concentramento e quelle che, anche se sopravvissute, hanno subito delle torture disumane. Insieme alla prof. Cagliuso abbiamo letto, tradotto e analizzato le poesie scritte dai bambini i cui pensieri erano tormentati da visioni inquietanti e da atroci realtà di cui purtroppo erano, ogni giorno, protagonisti involontari e inermi. Abbiamo illustrato alcune di esse durante le ore di arte con la prof. Agostinis, cercando di rappresentare in modo sintetico ma diretto le emozioni profonde che trasmettevano quelle semplici parole.
Questi bambini non avevano neanche la carta e si servivano di qualsiasi materiale avessero a portata di mano: cartoni, pietre, pezzi di stoffa….
Sono testimonianze storiche molto importanti, in quanto ci permettono di capire come i bambini vivessero quell’atroce realtà.
Abbiamo deciso di ricordare ciò che è accaduto, riflettendo anche sulla testimonianza scritta di Primo Levi, un italiano ebreo e partigiano deportato nei campi di concentramento, e sulla sua frase: “ LA MEMORIA E’ UN DOVERE “.

 

Vuoi lasciare un messaggio? → 2.364 letture

1 Messaggio

  1. ErCapoAlex scrive:

    Wow!! 😀 #remembers

Scrivi il tuo messaggio